blog, news, eventi, settimane a tema

Felicitá…semplicemente, felicitá!

#ester #mao

I consigli di Ester

Voglio scrivere in questi brevi appunti dei consigli per tutte le aspiranti navigatrici. Sono cose che ho visto essere utili già dalle mie prime navigazioni. ⛵⛵⛵
🤸Non dimenticate un cappellino piuttosto che dei foulard o bandane per proteggere la testa dal sole.
😎io mi porto due paia di occhiali: uno sportivo da battaglia e uno più glamour. Parlando di occhi un collirio o lacrime artificiali per rinfrescarsi può essere utile contro gli effetti di vento, sole e sale.
👄il sole in barca é molto forte 💥quindi per i primi giorni é fondamentale una crema ad alta protezione per il viso e uno stick labbra per chi soffre di herpes💄. É invece vivamente sconsigliato l’olio abbronzante perché unge la barca e vi fa sgusciare come sogliole 🐟🐟🐟 .
👻una t-shirt bianca👕, anche da battaglia, può essere utile in giorni di solleone 🦁
👝spesso non si ha voglia di scendere in cabina mentre si naviga: una pochette morbida  (meglio se specifica con chiusura ermetica e di materiale impermeabile) vi preserva da molte seccature. Potete mettere dentro la crema da sole, il cellulare, gli occhiali, un bicchiere o la borraccia, un libro. Le borse in paglia non sono utili in barca.🏖👜
Ho visto che i teli da mare in microfibra si asciugano molto più in fretta: se lo avete preferitelo al classico telo mare.⛱
Non scordate una tuta da ginnastica🕺: la sera in barca é molto comoda anche perché può esserci freschino. Un maglioncino di cachemire in valigia ci salva da molte situazioni 🌠soprattutto a noi ☃donzelle freddolose😉
In una settimana di mare si raggiungono posti meravigliosi e si possono fare delle escursioni nella natura🏞 incontaminata. Per questo motivo ricordate di riservare uno spazio in valigia per un paio di 👟scarpe da ginnastica comode, meglio se da tracking💃 e, in abbinata, un paio di calze. Se siete abituati a passeggiare con i bastoncini (racchette) portatele. Vi potrebbero servire nei tratti in discesa.
Parlando di calze, se non avete l’abitudine di stare a 👣piedi nudi (vivamente consigliato in barca☠👡☠), delle antiscivolo possono fare al caso vostro, sia di giorno che di sera🌅.
👠il tacco 12 é richiesto dal Comandante per le serate sulla terra ferma🤣👠👠

La ricetta di Cala del maialino (liberamente trasformata a Capraia)

Una ricetta semplice perchè fatta con ingredienti squisiti: salsiccia toscana, pecorino toscano dolce, olio di Oliva della Tenuta L’Agave di San Vincenzo, peperoncino, una spolverata di pepe nero.
Mentre cuoce la pasta (io adoro i rigatoni che si riempiono del loro sughino), apriamo la salsiccia e la rompiamo in un tegame, con un filo d’olio buono e una spruzzata di pepe, la facciamo croccantizzare per non farla sembrare “morta”. Allo scadere del tempo di cottura si mette la pasta con un po’ dell’acqua di cottura nella padella con la salsiccia e uniamo il pecorino dolce grattugiato, in modo che si formi una cremina quasi di mantecatura. Quindi una “saltata” veloce per asciugare e quando si impiatta, una ulteriore spolverata di pecorino dolce fresco.
Ovviamente a piacere un picco di peperoncino essicato….per un sapore più stuzzicante. E allora…evviva con un buon bicchiere di rosso Martale
Enjoy

Settimana da sogno …anche con l’astice :-)

Ho navigato in un mare blu…che è mille colori e profumi.

In un mare generoso.

Ho camminato in mezzo alla macchia mediterranea, con l’emozione di trovarmi nel centro del Mediterraneo.